image_pdfimage_print

I Carabinieri di Serra Riccò (Genova) hanno scoperto e bloccato una truffa operata da un gruppo di Sinti abitanti nella zona di Treviso attraverso la quale sono state sottratte ingenti quantità di denaro a cittadini genovesi. Il raggiro avveniva attraverso note piattaforme di e-commerce sulle quali i malcapitati mettevano inserzioni per la vendita di oggetti di vario tipo. Il gruppo criminale contattava coloro che vendevano la loro merce attraverso il sito di e-commerce mostrandosi interessati all’ acquisto; a quel punto assicuravano che il denaro sarebbe stato accreditato direttamente sulla carta bancomat del venditore, il quale veniva invitato a recarsi presso uno sportello bancomat; qui era messa in atto la truffa: attraverso una serie di codici digitati dal venditore su indicazione dell’ acquirente fraudolento, il conto del truffato veniva svuotato, anche di notevoli quantità di soldi! E purtroppo quello di Genova non è l’ unico caso in Italia! Occorre, dunque, fare molta attenzione. Il gruppo criminale che ha frodato i cittadini genovesi è stato scoperto grazie a foto postate su facebook che evidenziavano un tenore di vita incompatibile con quanto dichiarato al fisco; è proprio il caso di dire che “chi di internet ferisce…”

https://www.ilsecoloxix.it/genova/2020/10/07/news/champagne-e-caviale-con-le-truffe-presi-i-predoni-dell-e-commerce-1.39391186

“Champagne e caviale con le truffe, presi i predoni dell’ e-commerce”

Tommaso Fregatti – 7 ottobre 2020.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito