image_pdfimage_print

Dopo i recenti, drammatici fatti di cronaca di cui si sono resi protagonisti giovanissimi utenti di Tik Tok e i provvedimenti adottati dall’Autorità Garante per la Protezione dei Dati personali, il popolare social network ha introdotto una funzionalità per bloccare l’accesso agli utenti di età inferiore ai 13 anni. La società si appresta inoltre a lanciare una campagna informativa per sensibilizzare sia gli utilizzatori della piattaforma che le famiglie nonché a valutare e l’impiego di sistemi di intelligenza artificiale per la verifica dell’età, per il cui utilizzo però è necessario svolgere verifiche preliminari per tutelare il diritto alla protezione dei dati dei minori. Di fatto verranno bloccati di default tutti gli account, i cui titolari dovranno comunicare alla piattaforma la propria data di nascita: nel caso in cui l’età sia inferiore ai 13 anni, il profilo verrà cancellato. Gli utenti sono stati informati del nuovo requisito relativo all’età e al blocco degli account tramite notifiche push trasmesse attraverso la app, su cui è stata inoltre migliorata la sintesi dell’informativa privacy, e sono stati anche pubblicati alcuni banner contenenti informazioni relative agli strumenti di sicurezza e alle modalità con cui impostare il profilo “privato”.

A queste misure si aggiunge poi la possibilità per tutti gli utenti di segnalare, tramite un pulsante dedicato, qualsiasi profilo sembri appartenere ad un minore di 13 anni.

Considerando la gravità dei recenti episodi che hanno coinvolto ragazzi appena adolescenti, l’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali ha deciso di rafforzare l’azione di tutela nei confronti realizzando, in collaborazione con Telefono Azzurro, una campagna finalizzata a sensibilizzare le famiglie sull’importanza di monitorare con attenzione l’attività dei ragazzi sui social.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito