image_pdfimage_print

Alert

  • Dal 1° Luglio 2020 sarà prevista la fine del Mercato di Tutela (Clicca qui)
  • Leggi il contratto con attenzione (Clicca qui)
  • Non firmare o dare il tuo consenso telefonico prima di aver letto e compreso le condizioni di fornitura (Clicca qui)
  • Conferma il consenso nelle vendite attraverso il canale telefonico (Clicca qui)
  • Nei contratti a domicilio o telefonici o conclusi fuori dai locali commerciali hai 14 giorni per esercitare il c.d. diritto di ripensamento (Clicca qui)
  • In caso di attivazione di contratto non richiesto puoi non pagare la fattura (Clicca qui)
  • Ulteriori consigli utili (Clicca qui)

1) Introduzione

La possibilità di acquistare prodotti attraverso un semplice click si è oramai estesa anche al settore farmaceutico. La compravendita di prodotti farmaceutici attraverso internet non rappresenta un fenomeno “nuovo”, quanto l’estensione di una modalità di contrattazione – caratterizzata dall’abbattimento dei costi di organizzazione e dalla capacità di raggiungere un numero infinito di utenti- alla crescente domanda di prodotti sanitari, dai semplici dispositivi d’uso quotidiano ai farmaci veri e propri.

Lo sfruttamento dei canali di commercializzazione digitale ha imposto al Legislatore, prima europeo e poi nazionale, l’adozione di linee guida ben definite allo scopo di tutelare il consumatore non solo da punto di vista economico, prevenendo eventuali truffe e raggiri, ma soprattutto dal punto di vista della salute pubblica, imponendo criteri stringenti all’accesso alla vendita di farmaci attraverso internet e garantendo l’utente dal venire a contatto con prodotti dannosi alla sua salute.

I contratti di acquisto di prodotti farmaceutici rientrano, dunque, nella categoria dei c.d. contratti a distanza ovvero stipulati senza la contestuale presenza fisica nello stesso luogo dell’acquirente-utente da una parte e del venditore-operatore dall’altra come regolata dal D.lgs 70/2003 o Codice del Commercio elettronico. Questa tipologia di stipulazione del contratto reca con se problematiche e necessità legate all’utilizzo di mezzi di comunicazione che rendono difficile la trasmissione corretta e completa delle informazioni. Pertanto, a tutela degli utenti-consumatori che si avvicinano a questi strumenti, il Legislatore ha predisposto una serie di obblighi e strumenti di tutela contenuti nel D.lgs 206/2005 o Codice del Consumo. Infine, la particolare tipologia di prodotto oggetto di compravendita comporta l’applicazione della specifica disciplina contenuta nel D.lgs. n. 219/2006 art. 112-quater e nelle numerose circolari emanate dal Ministero della Salute e reperibili sul sito istituzionale.

2) Condizioni generali di vendita e di utilizzo

Rispetto ad altri contratti stipulati a mezzo internet il contratto di acquisto on line di prodotti farmaceutici presenta degli aspetti peculiari. In primo luogo, detto contratto può aver ad oggetto solamente quei farmaci indicati all’interno di un apposito elenco pubblicato sul sito istituzionale dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ovvero quei prodotti non soggetti a prescrizione medica obbligatoria (SOP), i c.d. farmaci da banco (OTC), omeopatici e parafarmaceutici.

In secondo luogo l’acquisto di tali prodotti può avvenire solo ed esclusivamente attraverso i siti appartenenti a soggetti già autorizzati alla vendita ‘fisica’ (in altre parole farmacie e parafarmacie) in possesso di apposita autorizzazione per la commercializzazione tramite internet da parte del Ministero della Salute. La scelta di limitare la commercializzazione di prodotti farmaceutici ai soli soggetti già autorizzati alla vendita ‘analogica’ ha lo scopo di garantire il consumatore finale sulla identità e qualità del prodotto evitando che soggetti quali intermediari o venditori all’ingrosso, attraverso lo sfruttamento di altre piattaforme di commercializzazione on line, possano commercializzare prodotti la cui provenienza e qualità non sia conforme ai requisiti previsti dalla legge, attirando l’utente attraverso una politica di prezzi al ribasso estremamente accattivante. A questo scopo la normativa in materia di commercializzazione di prodotti farmaceutici on line ha previsto l’apposizione di un marchio, il Logo Identificativo Nazionale rilasciato dal Ministero della Salute, all’esito della procedura di autorizzazione. Questo logo rappresenta un importante strumento di tutela per il consumatore in quanto la sua presenza consente immediatamente di verificare se il soggetto titolare del sito è autorizzato alla vendita e, se del caso, di contrastare la contraffazione di farmaci e la vendita illegale. Detto logo, una volta autorizzato, è immodificabile da parte dell’ imprenditore e deve essere presente su tutte le pagine del sito predisposte alla vendita.

In base al D.Lgs. 219/2006 il farmacista- venditore deve inoltre informare gli utenti sul recapito dell’Autorità locale che ha concesso l’autorizzazione alla vendita; il collegamento ipertestuale al sito web del Ministero della Salute, che deve garantire ai cittadini tutte le informazioni disponibili sulla legislazione vigente e sui rischi connessi all’acquisto illegale di farmaci online.

N.b. Al contratto di compravendita di prodotti farmaceutici on line, pur essendo un contratto stipulato a distanza nei confronti di un consumatore, non si applicano gli obblighi di informazione previsti dal Codice del Consumo. In particolare, ai sensi dell’art. 47 del D.Lgs 206/2005 non trova applicazione la disciplina del diritto di recesso o ripensamento. L’utente, una volta acquistato  il farmaco non sarà in grado di restituire il prodotto e ottenere il rimborso del prezzo pagato. Ugualmente in caso di acquisto di alimenti o di beni confezionati su misura o di prodotti sigillati per motivi igienici.

Al contrario , lo strumento di tutela del diritto di recesso troverà applicazione nei confronti di altri prodotti (cosmetici, parafarmaceutici ecc.) eventualmente venduti dalla farmacia mediante il sito internet . In questo caso oltre a fornire le generali informazioni riguardanti le condizioni generali del contratto (le condizioni di vendita generali applicate, il prezzo di vendita e le modalità di pagamento, le modalità e i tempi di consegna e di esecuzione del contratto, il trattamento di eventuali reclami, l’adesione a eventuali codici di condotta), al consumatore è attribuito il diritto ‘svincolarsi’ dal contratto di acquisto senza dover fornire alcuna giustificazione o affrontare alcun costo (salvo quelli necessari alla restituzione del prodotto ricevuto) entro 14 giorni dal momento della conclusione del contratto ovvero dal momento in cui si viene materialmente in possesso del prodotto (n.b. nel caso in cui l’ordine di acquisto riguardi più prodotti spediti separatamente il termine decorrerà dal momento in cui si è venuti in possesso dell’ultimo prodotto). L’esercizio di questo diritto è possibile tramite invio di una comunicazione scritta, nella forma di un apposito modulo da compilare messo a disposizione dalla farmacia sul proprio sito o in ogni caso mediante una dichiarazione scritta da inviarsi a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, attestante l’avvenuto ricevimento della comunicazione a cui il titolare della farmacia è obbligato a dare riscontro.

A partire dall’invio della dichiarazione di recesso il consumatore ha ulteriori 14 giorni per provvedere alla restituzione del farmaco acquistato.

Generalmente la leva che spinge gli utenti ad effettuare i propri acquisti on line è la possibilità di poter acquistare prodotti a prezzi più vantaggiosi. In questo caso se da una parte le farmacie possono applicare sconti anche nella vendita a mezzo internet, dall’altra non possono vendere i farmaci senza ricetta ad un prezzo diverso da quello praticato in farmacia. Detto limite non trova applicazione nei confronti degli altri prodotti cosmetici o parafarmaceutici.

Nell’invio del prodotto le farmacie sono sottoposte al rispetto delle linee guida delle buone pratiche di distribuzione già previste per la distribuzione “analogica” reperibili sul sito del Ministero della Salute.

3) Gestione Controversie, Foro Competente e Diritto applicabile

Nell’eventualità che nascano controversie a seguito dell’acquisto (ad esempio si rilevino difformità del bene rispetto a quanto rappresentato nel sito al momento dell’acquisto) in primo luogo è possibile presentare formale reclamo contattando direttamente la farmacia mediante i recapiti che obbligatoriamente devono essere presenti sul sito o inviare una segnalazione all’apposito indirizzo mail eventualmente predisposto.

La farmacia deve inoltre fornire al momento della conclusione del contratto le informazioni relative agli ulteriori sistemi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) a cui aderisce (ed esempio arbitrato, mediazione ecc.).

In caso di ricorso alle vie giudiziarie, nel caso in cui l’acquisto abbia avuto ad oggetto la vendita di cosmetici o prodotti parafarmaceutici, il foro competente è quello corrispondente alla residenza o domicilio del consumatore come stabilito dall’art. 66-bis del Codice del Consumo. Al contrario nel caso in cui l’acquisto abbia avuto ad oggetto farmaci senza obbligo di ricetta troveranno applicazione le ordinarie regole di individuazione del giudice competente ovvero il giudice del luogo in cui il bene è stato consegnato.

4) Riferimenti Normativi

Art. 112-quater D.lgs 219/2006 Dlgs. 70/2003

Art. 47 del D.lgs 206/2005

Artt. 32 e ss. del Dlgs 206/2005 per quanto riguarda la vendita di cosmetici e prodotti parafarmaceutici.

5) Privacy Policy

Anche la vendita di medicinali on line è sottoposta all’applicazione della normativa sulla tutela della privacy contenuta nel Codice della Privacy (D.Lgs. 196/2003) e nel recente Regolamento sulla protezione dei dati personali. La farmacia è infatti obbligata a fornire prima della conclusione del contratto debita informativa circa le modalità di trattamento dei dati da inserire necessari per effettuare l’acquisto alla quale l’utente deve prestare esplicito consenso (mediante flag sulla casella acconsento generalmente posta in calce al pannello contente l’informativa). Un consenso a parte dovrà essere manifestato anche per le altre finalità di trattamento dei dati e l’invio di materiale pubblicitario attraverso l’email fornita.

Infine, attenzione alla tutela della privacy deve essere pestata anche in relazione all’invio del pacco il quale non può essere costituito da materiale trasparente o che consenta di vederne il contenuto senza procederne all’apertura.

6) Consigli utili

  1. Verificare possesso autorizzazione alla vendita mediante controllo della presenza dell’sito web nell’elenco presente sul portale istituzionale del Ministero della
  2. Verificare la presenza del Logo identificativo nazionale rilasciato dal Ministero della Salute all’atto dell’autorizzazione (per verificare che si tratti effettivamente di un logo rilasciato dal Ministero della Salute basta cliccare sopra: se si viene reindirizzati sul sito del Ministero della Salute il sito su cui si sta operando è legale)
  3. Fare attenzione ai prezzi di vendita. Come sottolineato in precedenza i prezzi applicati alla vendita on line di farmaci senza ricetta devono essere uguali a quelli praticati nella vendita ‘fisica’ in
  4. Verifica che il sito ti consenta di digitare il tuo codice fiscale, altrimenti non potrai detrarre gli acquisti di farmaci dalla dichiarazione dei
  5. Verificare sempre, prima di ogni acquisto, la compatibilità del prodotto con eventuali altri farmaci di cui si stia già facendo
  6. Mantenere l’integrità del prodotto almeno per un periodo congruo a seguito dell’acquisto per consentire l’eventuale esercizio del diritto di recesso

Contatta e-RA Digitale

Nome *
Indirizzo Email*

Come possiamo aiutarti?

I dati da Lei inseriti, quali i dati identificativi, indirizzi, numeri di telefono e indirizzo email, saranno trattati da Federconsumatori, con modalità elettroniche, telematiche e cartacee, e in qualità di Titolare del trattamento, al solo fine di dare risposta alle Sue richieste e di informarla su ulteriori iniziative, e non verranno messi a disposizione di nessuno, né diffusi. Il trattamento di tali dati è necessario perché il titolare del sito internet possa evadere le Sue richieste. In qualità di interessato del trattamento, Le è garantito l'esercizio dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/03, tra i quali il diritto di ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell'esistenza dei Suoi dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere le modalità e le logiche del trattamento, di richiedere l'aggiornamento e l'integrazione dei dati stessi, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima, in caso di violazione di legge, nonché, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi in qualsiasi momento per iscritto al Titolare del trattamento, presso la sua sede indicata nel sito internet medesimo.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito