image_pdfimage_print

Alert

  • Prestare particolare attenzione e richiedere (se non fornite) dettagliate informazioni sul contratto che si va a stipulare: in fase pre-contrattuale, infatti, debbono essere fornite dalla compagnia di assicurazioni al consumatore specifiche informazioni in modo chiaro e comprensibile; la mancata o parziale informativa pre-contrattuale può essere causa di nullità del contratto. (Clicca qui)
  • Verificare l’identità del fornitore, i suoi dati societari e campi di attività, ed ogni ulteriore informazione che abbia rilevanza per il consumatore: IVASS  pubblica on line degli elenchi dai quali è possibile rilevare tutte le informazioni utili: l’attività assicurativa e quella di intermediazione assicurativa possono essere esercitate solo da imprese e intermediari  iscritti negli Albi tenuti da IVASS. (Clicca qui)
  • Leggere attentamente le condizioni di contrattuali, e, se del caso, farsi assistere da professionista competente.
  • Attenzione alle truffe online: l’IVASS attraverso dei comunicati pubblica periodicamente un elenco di siti web che distribuiscono polizze assicurative false o contraffatte.
  • Prestare particolare attenzione alla sicurezza dei siti web, che dovranno essere contrassegnati dal protocollo sicuro https, soprattutto in fasi in cui si forniscono propri dati personali sensibili. (Clicca qui)

1) Introduzione

Prima di stipulare una polizza r.c. auto online, confronta le offerte delle diverse imprese di assicurazione. Oltre al preventivo che puoi ottenere dal sito di ciascuna impresa hai a disposizione strumenti di comparazione online, come il TuOpreventivatore dell’IVASS.

2) Condizioni di vendita ed utilizzo

Informazioni al consumatore in fase pre-contrattuale
In fase precontrattuale è preciso onere della impresa Assicurativa fornire specifiche informazioni in modo chiaro e comprensibile, indipendentemente dal tipo di tecnica di comunicazione a distanza che venga utilizzata. Infatti la mancata od anche parziale informativa comporta la nullità del contratto, che potrà esser fatta valere dal consumatore. Al momento della stipula on line, prestare particolare attenzione a:

informazioni sulla compagnia assicurativa 

  • identità del fornitore, ambito attività, sede legale italiana od estera ed eventuali ulteriori informazioni rilevanti per il consumatore;
  • l’albo od elenco al quale sia eventualmente iscritto il fornitore controllato della relativa autorità di controllo, nel caso di servizi sia soggetti a relativa autorizzazione.

Ad esempio IVASS  al seguente link: https://servizi.ivass.it/Albi/defaultImprese.jsp?view=albi&viewSet=imprese fornisce l’elenco delle imprese assicurative autorizzate ad operare.


Informazioni sul contratto da stipulare

  • verifica se puoi avvalerti dei benefici offerti dalla Legge Bersani, che consente di usufruire della classe di merito maturata da un tuo familiare convivente e quindi di utilizzare una classe di merito più vantaggiosa rispetto a quella d’ingresso.
  •  onere economico complessivo a carico del consumatore, tenuto conto di tutti gli oneri, commissioni e spese varie oltreché  eventuali imposte e tasse. Qualora non fossero indicati in maniera trasparente od incompleta, informarsi sulle modalità di verifica di tali condizioni;
  • prestare attenzione alle varie formule del contratto di assicurazione, informati bene su cosa prevede polizza e quale è la sua copertura in caso di sinistro.
  • modalità di pagamento del premio assicurativo;
  • modalità di esecuzione del servizio;
  • attenzione alla franchigia, clausola contrattuale in base alla quale, a fronte di un premio più contenuto, il contraente si obbliga a pagare di tasca propria parte del sinistro liquidato dall’impresa al terzo danneggiato.
  • attenzione alle esclusioni e rivalse eventualmente previste in contratto.


Sicurezza online
Quando si visualizzi la pagina in vengono immesse qualsiasi tipo di informazioni personali, è fondamentale fare attenzione al protocollo, che deve cambiare dal classico http a https. La lettera “s”, infatti, indica un protocollo del sito internet “secure” (cioè sicuro). Verificare inoltre il certificato del sito. Sono sufficienti pochi secondi per sapere se il sito è legittimo. Nelle versioni più recenti di Internet Explorer e in diversi altri browser Web, cliccando su “File” nel menu principale e scegliendo “Proprietà” e cliccando in seguito su “Certificati” è possibile controllare se il sito dispone di un certificato sicuro. Deve essere visualizzato il nome corretto della società e l’indirizzo del sito prescelto. Accertati della presenza di un’icona lucchetto o chiave nella parte inferiore del browser o nella barra delle applicazioni del computer. Un’icona lucchetto chiuso o chiave indica una connessione protetta e crittografata.

Può essere inoltre molto utile installare un programma antivirus di un provider di software per la sicurezza affidabile e scarica gli aggiornamenti o le patch di sicurezza più recenti per il tuo browser Web e sistema operativo.

Recesso
Prestare particolare attenzione con riguardo alle informazioni sul diritto di recesso, dunque sulla sua esistenza o mancanza, modalità e condizioni. Solitamente, salvo particolari esclusioni, il diritto di recesso senza alcuna penale è di 14 giorni, come previsto dal Codice del consumo e normativa settoriale dei singoli contratti. Esercitando correttamente il recesso si è tenuti a pagare unicamente l’importo del servizio eventualmente già prestato dal fornitore.


Alcuni casi di esclusione del diritto di recesso
per i contratti r.c.auto, qualora si sia verificato l’evento assicurato (sinitro) prima che sia decorso il termine utile per il recesso.

3) Privacy Policy

Nei contratti sono stabilite regole per la privacy policy. Viene indicato che i dati personali sono trattati in conformità della normativa vigente.

4) Gestione delle Controversie, Foro Competente e Diritto applicabile

La normativa alla quale si fa riferimento è solitamente quella italiana, spesso integrata anche da disposizioni a livello comunitario.

Il foro compente è quello in cui ha la residenza il consumatore, salvo diversa indicazione in contratto. In certi casi si fa riferimento esplicito alle procedure ADR (soluzione extragiudiziale delle controversie) per la soluzione dei contenziosi.

5) Riferimenti normativi

Oltre alle norme del Codice civile, si fa riferimento al codice del consumo (decreto legislativo n. 206 del 2005 e ss. mod.), oltre alla normativa di settore in merito all’attività assicurativa.

6) Consigli utili

  • Confrontare sempre prezzi offerti dai vari fornitori, la concorrenza in materia è molto alta, avendo però sempre cura di vagliare la relativa affidabilità.
  • Prestare particolare attenzione alle condizioni contrattuali.

Contatta e-RA Digitale

Nome *
Indirizzo Email*

Come possiamo aiutarti?

I dati da Lei inseriti, quali i dati identificativi, indirizzi, numeri di telefono e indirizzo email, saranno trattati da Federconsumatori, con modalità elettroniche, telematiche e cartacee, e in qualità di Titolare del trattamento, al solo fine di dare risposta alle Sue richieste e di informarla su ulteriori iniziative, e non verranno messi a disposizione di nessuno, né diffusi. Il trattamento di tali dati è necessario perché il titolare del sito internet possa evadere le Sue richieste. In qualità di interessato del trattamento, Le è garantito l'esercizio dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/03, tra i quali il diritto di ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell'esistenza dei Suoi dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere le modalità e le logiche del trattamento, di richiedere l'aggiornamento e l'integrazione dei dati stessi, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima, in caso di violazione di legge, nonché, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi in qualsiasi momento per iscritto al Titolare del trattamento, presso la sua sede indicata nel sito internet medesimo.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito