image_pdfimage_print

In questi mesi di confinamento tanti italiani si sono avvicinati agli acquisti online e le imprese hanno riadattato il proprio modello, garantendo continuità alle proprie attività.

Secondo le stime di Netcomm in un solo mese, dall’inizio della crisi sanitaria, si è registrato un salto evolutivo verso il digitale di 10 anni: le abitudini di acquisto e i comportamenti dei consumatori italiani si sono spostati a favore dell’eCommerce.

Molti consumatori hanno fatto acquisti on line per sopperire alle proprie esigenze e anche dopo le riaperture dei negozi questo trend non si è modificato.

In questa situazione l’intero ecosistema del digitale ha adottato misure a tutela di tutti i consumatori mettendo innanzitutto gli acquirenti nelle condizioni di poter acquistare e pagare in totale trasparenza e sicurezza.

Sono cambiate soprattutto le modalità di spedizione e di consegna. È cresciuto notevolmente il click&collect, ovvero la possibilità di ordinare online un prodotto e di ritirarlo in negozio da parte del cliente perché consente una gran flessibilità, adattamento alle esigenze di mobilità e, soprattutto, distanziamento sociale. Un altro modello che ha preso piede in Italia, poi, è il proximity commerce, che permette l’integrazione tra i grandi player del commercio elettronico e i piccoli negozianti, i quali, grazie alla logistica e alle piattaforme di delivery, possono raggiungere i clienti residenti nelle zone limitrofe. Si tratta di un servizio che ha finalmente raggiunto cittadini e piccoli centri abitati che fino a poche settimane fa non avrebbero immaginato di poterne beneficiare.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito