image_pdfimage_print

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha erogato sanzioni per centinaia di migliaia di euro complessivi ad alcune società operanti nelle vendite online per aver adottato il meccanismo di “buy and share”, basato sulla creazione di liste di clienti che acquistavano prodotti a prezzi vantaggiosi e che però dovevano attendere che altri utenti effettuassero a loro volta un acquisto per poter ricevere il prodotto scelto. In sostanza l’utente non effettuava un vero e proprio acquisto bensì una sorta di “prenotazione” del bene, che poteva poi essere pagato a prezzo scontato solo nel caso in cui altri consumatori effettuassero dei versamenti sulla piattaforma. Questa eventualità, però, non si verificava quasi mai e gli utenti coinvolti finivano per pagare la merce a prezzo pieno.

L’AGCM ha condotto specifici accertamenti sull’attività delle società Smart Shopping, Pricerus Group, Sharazon e Share Distribution, che alla conclusione del provvedimento sono state appunto multate per pratiche commerciali scorrette.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito