image_pdfimage_print

L’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection del Politecnico di Milano ha pubblicato i risultati delle ultime rilevazioni sul mercato delle soluzioni di sicurezza informatica nell’anno appena concluso. Anche questo settore non è esente dalle ripercussioni della grave emergenza sanitaria ancora in corso: la pandemia non ha bloccato del tutto la crescita degli investimenti, che aumentano del +4% rispetto al 2019, ma ha segnato un rallentamento rilevante, poiché almeno un’impresa su cinque ha diminuito il budget destinato alla cybersecurity.

Il report ha riscontrato inoltre un aumento degli attacchi informatici, dovuto in parte alla crescente abilità dei cybercriminali nonché a fattori legati alla diffusione capillare delle piattaforme di collaborazione e del lavoro da remoto, che naturalmente implica l’utilizzo di dispositivi personali e reti domestiche.

La ricerca del Politecnico ha inoltre constatato che un’impresa su due ha trasformato la crisi attuale in un’occasione di rinnovamento e per sensibilizzare sempre di più i dipendenti nei confronti delle questioni legate alla tutela dei dati personali. Le aziende del settore hanno mostrato una particolare propensione ad investire nelle soluzioni di “endpoint security” (quindi finalizzate alla protezione di ciascun dispositivo connesso alla rete) e di “network & wireless security” (quindi di protezione delle infrastrutture da accessi impropri). Persistono, comunque, rilevanti lacune dal punto di vista organizzativo per quanto riguarda la responsabilità della sicurezza informatica, poiché solo il 41% delle grandi aziende affidano questa competenza ad una figura professionale specializzata.

I PARTNER DEL PROGETTO

Sito web realizzato nell’ambito del progetto e-RA Digitale: il consumatore incontra il web – finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018). Le attività di assistenza, consulenza, formazione ed informazione promosse nell’ambito della realizzazione del progetto e-RA DIGITALE sono rese a titolo gratuito